Storia

2008

A settembre 2008 alcuni ragazzi di Firenze si riunirono una sera al Piccolo Caffè per vedere se l’idea che era venuta a uno di essi, Lorenzo Lombardi, fosse praticabile nei fatti. Cioè, costituire una squadra di calcetto gay/gay friendly come si aveva notizia esistessero a Milano e Roma.

Le prime partite si disputarono sul campetto di cemento fra l’Arno e il Lungarno Colombo, per poi trasferirsi ben presto al T.C. di Campi Bisenzio, che presentava anche la pratica soluzione invernale con i campetti coperti.

Merlino e Moznich, allenamento a Circolo La Pace, Campi Bisenzio (FI)

squadra in campo per allenamenti.

2009

A primavera del 2009 una delegazione dei gloriosi pionieri del calcetto gay di Firenze si recò a Milano per un amichevole con la Nuova Kaos, rimediando un incredibile pareggio (8-8) che creò le basi per una preziosa collaborazione con il loro membro più illustre Klaus Heusslein, co-presidente dell’I.G.L.F.A. che si è poi dimostrato sempre prodigo di consigli e incoraggiamenti.

Questa occasione fece anche comprendere che bisognava dotarsi di un nome, di un logo e di una divisa. Per il nome, fu scelto Revolution, come per scardinare e appunto, rivoluzionare, i concetti discriminatori e i pregiudizi da sempre insiti tra omosessualità e calcio. Per la divisa fu scelta una maglietta e dei pantaloncini arancioni con inserti bianche e neri, e qui la motivazione fu il fatto che era quella che costava meno. Per il logo fu partorito un simbolo con una stella che fu tenuto più nascosto possibile in quanto ritenuto inguardabile dalla maggioranza dei componenti.

Intanto fra difficoltà varie, arrivi e  partenze si conservava un nucleo di persone che garantiva continuità al progetto. Alla fine della prima stagione invernale nel giugno del 2009, un appuntamento significativo fu la partecipazione al Primo Torneo di Calcetto per squadre gay/gayfriendly a Gatteo Mare (Rn) dove per la prima volta la Revolution si confrontava con squadre di Milano, Roma, Lione (FRA) e Karlsrhue (GER). Fu conseguita l’impresa di non arrivare ultimi, ma penultimi.

Premiazione della Revolution al Torneo Piadina di Gatteo Mare (RN)

Revolution al Torneo Piadina a gatteo Mare (RN) nel 2009 Nieri, Mozinch, Galgio, amico Federingo, Merlino, portiere prestato da Milano, Federingo, Orsacchio.

Revolution Firenze – Wild Boys Karlsrhue

 

La stagione 2009/2010 vede la Revolution rinforzarsi di un po’ di elementi e giocare sempre a Campi Bisenzio, dove il 21 novembre del 2009 fu ospitata la prima partita di calcetto gay casalinga con la Nuova Kaos di Milano che vide vincitori gli ambrosiani.

Nuova Kaos Milano, maglia bianco-rossa vs Revolution (arancione) vestiti, Moznich, Nieri Lombardi, Francini (portiere) Serra, Campani, Cannizzaro, Merlino, Federingo, Iorio.

2010

Intanto la socialità fra i componenti cresceva anche in occasioni al di fuori del calcetto: stava nascendo davvero una bella storia.

al Cassero di Bologna

Pizza Man, Ponte di Mezzo (Firenze)

A febbraio 2010 ci fu il trasferimento al campetto al chiuso della Virgin nel Viale  Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, su un campo piccolo ma ben riscaldato, dato che nel vecchio campo non veniva più garantito nessun confort. All’arrivo della bella stagione la squadra si trasferisce sui campi esterni non coperti del medesimo Club.

Mazzanti, Gaglio, Turcheschi, Moznich, Nieri, Ferrucci, Federingo, Lombardi, Merlino, Campani.

Il 20 marzo del 2010  al Midland Arena in via Barberinese 157/a Campi Bisenzio (FI) va in scena la più disastrosa partita della Revolution. Contro i Black Angels Team di Roma, la Revolution, una squadra di soli 5 giocatori, di cui 4 reduci da una nottata devastante a una festa Omonia al Cassero (e per questo ancora in botta) persero con l’inequivocabile punteggio di 16-1.

Un mese dopo, un esperienza di calco a 7 (unica nella storia della Revolution) di un torneo contro l’omofobia disputato a Bergamo fra squadre gay, lesbiche e etero, vide la Revolution cedere con onore, ma cedere, con una squadra etero il Bergamo Calcio Multietnico, composta per lo più da giocatori africani.  E finalmente, grazie a Juri Ferretti venne cambiato il logo.

secondo logo

2011

I restanti mesi vedono ormai una forte coesione di un nucleo storico e molti nuovi arrivi. La filosofia della squadra rimane sempre la stessa: prima il divertimento, accoglienza di chiunque nonostante il livello di gioco, agonismo trattenuto per evitare infortuni gravi. Le partite invernali si rigiocano al T.C: Campi in Via della Pace a Campi Bisenzio.

Mazzanti, Iorio, Bensi, Nieri, Campani, Serra, Moznich, Lombardi, Merlino, Federingo, Francini.

L’11 dicembre del 2011, la costituita nuova squadra felsinea del BOGA, organizza un triangolare a Bologna con Revolution e Nuova Kaos che vede i seguenti risultati:

Boga Calcio Bologna – Revolution Firenze 8 – 2
Nuova Kaos Milano – Boga Calcio Bologna 0 – 3
Revolution Firenze – Nuova Kaos Milano 3 – 4

Nel gennaio del 2011 Milano organizza un incontro tra varie squadre dove la Revolution raggiunge il suo miglior risultato: terzultimi!

Il 20 marzo del 2011 un triangolare di nuovo a Bologna con Milano, che nel frattempo si è divisa da Nuova Kaos e ha fondato la ICONS Milano. grande successo per la Revolution dove furono vinte  due partite su tre giocate! (contro ICONS e Boga2)

Foto Revolution-Boga (Bugs)

Dormalfuoco, Federingo, Bensi, Gaglio, Moznich, Nieri, Fuscaldo, Cannizzaro, Campani, Merlino.

Intanto partono i preparativi per l’organizzazione del primo torneo dalla Revolution a Firenze. Il Torneo si chiamerà Finocchiona Cup e verrà giocato il 28 maggio 2011 a Firenze ai campetti della Virgin. Per l’occasione la Revolution si presenta con le nuove divise bianche con inserti azzurri e neri e il nuovo fighissimo logo con la stella rossa e la parola LOVE incastonata nel nome disegnato da Gianluca Gori.

logo della Finocchiona Cup, disegnato da Gianluca Gori.

nuove maglie e nuovo logo.

Il Torneo sarà un successo. Partecipano BAT Roma, BOGA Bologna, ICONS Milano e Revolution Firenze. Dopo una divisione in gironi e lo svolgimento delle semifinali, la finale vede in gara una squadra del BOGA Bologna e una della Revolution Firenze. Al termine di una partita emozionante. Il risultato di parità viene risolto ai rigori in favore del BOGA. Paolo Moznich della Revolution è votato come miglior calciatore del torneo ex-equo. E’ come se un ciclo si fosse compiuto. Da un’Armata Brancaleone, eravamo arrivati alla finale di un torneo. Ma la vita continua e la storia della Revolution pure.

Revolution A e B -Federingo, Mazzanti, Dormalfuoco, Saccardi, Bensi, Nieri, Moznich, Zheng, Francini, Campani, Iorio, Spa, Gaglio, Merlino.

Finale Revolution A Firenze – Boga (Bugs) A Bologna.

Alla ripresa dell’attività nella stagione 2011/2012, molte delle colonne della squadra per vari motivi si perdono, ma nuovi amici si avvicinano alla squadra, portando con se, magari non un tasso tecnico sopraffino, ma sicuramente una incredibile energia e voglia di giocare.

Il 22 ottobre 2011 un po’ in sottotono, la Revolution imbastisce un amichevole con Bologna dove il risultato della Finocchiona Cup esce un po’ ridimensionato.

Foto di gruppo Revolution Firenze- Boga (Bugs) Bologna

Nel frattempo parte la caccia invernale al campetto e dopo qualche esperienza al campo FLOG, in via Michele Mercati,la scelta cade sul campo del Circolo Manetti, a San Piero a Ponti – Campi Bisenzio (FI)

2012

Il 3 marzo del 2012 viene organizzato a Firenze un triangolare amichevole, con le squadre del BOGA Bologna e dello Yellow Roma. La Revolution, che ha visto una fioritura incredibile di nuovi adepti, gioca con tre squadre, ma di tutte non se ne fa una. La finale è Boga – Yellow, dove i primi prevalgono.

A Fine aprile del 2012 a Milano al Primo Torneo Company, presenti, Boga Bologna, ICONS Milano, BAT Roma,  Company Milano e Revolution Firenze. E’ una Revolution infarcita di nuove leve e con una guida tattica approssimativa che gioca e che risulterà agli ultimi posti.

Revolution Zheng, Bensi Baldini, Dainelli, Nieri, Dormalfuoco, Spa, Moznich, Franco, american boy (amico di Matthew Franco) Campani.

Il 26 maggio 2012 si disputa il Torneo Bogaleague Contro l’Omofobia a Bologna. Presenti, BAT e ex Yellow (FIGA) Roma, Revolution Firenze, ICONS Milano e BOGA Bologna e il Simsilia Bologna. squadra etero, a cui va il torneo. La Revolution, non brilla, ma da questo torneo acquista una consapevolezza diversa dei suoi nuovi elementi. Questa la classifica finale:

1° Simsilia Bologna
2° Boga A Bologna
3° FIGA Roma
4° BAT Roma
5° ICONS Milano
6° Revolution 2 Firenze
7° Revolution 1 Firenze
8° Boga B Bologna

fase di gioco Revolution – Bugs Bologna.

Foto di gruppo (con due bolognesi) Iorio, Bussoli, Nieri, Cirri, Moznich, Campani, Baldini, Dainelli, Zheng, Spa, Vinci, Attinà, Federingo.

Intanto il numero di partecipanti si moltiplica fino a superare le 20 persone ad allenamento, rendendo difficile la gestione della cosa. E proprio in questa esplosione di partecipazione, arriva ad inizio stagione 2012/2013 la seconda edizione della Finocchiona Cup.

Stavolta la location e nel bellissimo club della Limonaia di Sesto Fiorentino (FI). Il 28 settembre 2012 si trovano per sfidarsi le squadre del l’ex BOGA divenuto BUGS Bologna, delle ArZENAl di Genova , del BAT di Roma e dell’Ex Yellow di Roma adesso ICONS Roma. L’atmosfera è stata di festa e competizione e ha visto la partecipazione a sorpresa del CT della Nazionale di calcio italiana, Cesare Prandelli, intervenuto con la sua deliziosa compagna a salutare i partecipanti, rendendo tutti noi calciatori gay, orgogliosi, legittimati e avvalorati da questo gesto. Il Torneo è stato vinto dai BAT Roma 2 sui BAT Roma 1, terzi l’ArZENAl Genova e quarti l’ICONS Roma. Nelle posizioni di rincalzo bolognesi e fiorentini.

la Revolution con Cesare Prandelli, CT nazionale di calcio italiana.

Lorenzo D’Agnello, Cesare Prandelli, Paolo Nieri.

L’attività riprende con il torneo FARE di Bologna, dove la Revolution porta 3 squadre. Ormai i calciatori sono tanti e durante tutto l’inverno 2012-2013 le partitelle settimanali si tengono due volte, al mercoledì alla FLOG di Firenze e al giovedì al Circolo Manetti di San Piero a Ponti (Campi Bisenzio).

torneo-Bologna---FARE-172.jpg

Revolution A – Emiliano, Cirri, Spa, Zheng, Federingo, James.

A Bologna il calciatore della Revolution, Francesco Andricciola vince il premio come miglior debuttante del Torneo.

torneo-Bologna---FARE-197-1024x682

premiazioni

2013

Il primo appuntamento del 2013 si è svolto a Febbraio presso i campi del Circolo Sonetti di Prato, per un torneo amichevole messo su per celebrare la nascita della prima squadra gay di calcetto del sud Italia, i Pochos Napoli. Il tempo risulta inclemente, pioggia, vento e neve impediscono a partecipazioen dei Bugs Bologna,  ma riescono a raggiungere i campi l’Arzenal Genova, i BAT Roma, gli ICONS Roma e i grandi Pochos di Napoli. Il torneo è vinto dall’ArZenal Genova in finale con i BAT Roma. La Revolution presenta per la prima volta la maglia celeste.

Arzenal bat finale Prato

Finale Arzenal Genova – Bat Roma

Torneo Prato Revolution 3

Revolution A: Andricciola, Serra, Serra, Pieragnoli, Federingo, acc, Napster e Zheng.

 

L’appuntamento successivo è la 2° Bear Soccer Cup Milano, dove la Revolution non si esprime a grandi livelli.

matte e luca torneo bear milano

Pieragnoli e Francini con la nuova divisa celeste.

panchina torneo bear milano

panchina

 

il 1 maggio 2013 prima gara amichevole con l’ArZenal a Torre del Lago. una delle due squadre della Revolution si aggiudica la sfida. E’ la prima vittoria in qualcosa! Torna il buonumore e la voglia di competere!

1 maggio 1

amichevole con Arzenal Genova a Torre de Lago (LU)

1 maggio 2

fasi di gioco

sabato maggio 2013 al complesso sportivo Torre Verde, Castel Maggiore (BO) si disputa il Torneo un Calcio all’Omofobia, in collaborazione con GAYCS e con il patrocinio del Comune di Bologna. A vincere è la squadra della Cavese C5 di Catelfranco Emilia. La Revolution è presente con la squadra A e la squadra B, che pur non ottenendo risultati di rilievo, si distinguono per la brillantezza del gioco e l’agonismo corretto tenuto in campo per tutto il tempo del torneo.

Bologna maggio 2013 01

Bat Roma (gialloneri) vs Revolution Firenze B (maglia bianco nerazzurra) Bensi, Francini, Danielli, Picchianti, Baldini. Accosciato Attinà.

Bologna maggio 2013 02

Revolution e Bugs

Bologna maggio 2013 04

Revolution B – Picchianti, Baldini, Dainelli, Attinà, Bensi.

Bologna maggio 2013 03

Revolution A (maglia celeste) – Stasi, Andricciola, Pieragnoli, Cirri, James. vs Icon Milano (maglia bordeaux).

Sta maturando nella Revolution una nuova coscienza. Tutti sembrano più preparati e concentrati negli obiettivi e altri giocatori validi si avvicinano alla squadra. Senza tradire lo spirito per cui tutto cioè nato, cioè accogliere tutti quelli che hanno voglia di intraprendere questa avventura fatta di divertimento e di amici, indipendentemente dal livello di gioco che uno è in grado di esprimere.

Il banco di prova per un salto di qualità è la prima Superba Cup che si svolge a Genova alla fine di giugno. La Revolution l’affronterà con due squadre, con una scelta di calciatori che segue l’esperienza di Bologna, una squadra A più competitiva e una B di validi rincalzi.

La squadra B si batte nel proprio girone al pari di quasi tutte le altre compagini, anche se l’inesperienza e un pizzico di sfortuna vede al quarto e ultimo posto nel girone finale. Ci sarà un piccolo riscatto nella finale per il 7 e 8 posto dove l’ultimo posto è dettato solo dalla lotteria dei rigori.

nell’altro girone la musica è diversa:

a Genova

La Revolution A – Pieragnoli, Andricciola, Federingo, Moznich, Stasi, James.

la superba cupclassifica:superba

La Revolution vince il girone A e deve vedersela in semifinale con gli storici nemici i fortissimi Bugs Bologna che vinceranno il Torneo ai rigori contro l’Arzenal. Con un impietoso uno due vanno a segno con i goal dei velocissimi attaccanti, stroncando le velleità di finale e segnando poi un terzo goal a giochi fatti.

Pronto riscatto nella finale per il secondo e terzo posto, vinta contro la Superba (in pratica l’Arzenal B). Onore alla Revolution sul podio!

In oltre il capocannonieri della manifestazione risulta essere l’asso della Revolution, Francesco Andricciola.

revolutionB

la Revolution B – Nieri, Serra, Dormalfuoco, Bensi, Francini, (accosciato Napster)

andricciola

Francesco Andricciola, capocannoniere del torneo.

semifinale

fasi di gioco della semifinale Revolution A – Bugs Bologna 0 – 3

A luglio, per la prima volta a Torre del Lago (Lu) si svolge il più vecchio torneo di calcetto gay d’Italia, la terza edizione della Finocchiona Cup.

finocchiona cup

Locandina 3° Finocchiona Cup.

La Revolution sarà presente con 3 squadre che si faranno tutte onore. La Revolution A arriverà di nuovo in semifinale, dove sarà piegata, stavolta solo ai rigori, dai Bugs Bologna 2, che perderanno la finale con i Bugs Bologna 1. Terza la Revolution Firenze contro l’Arzenal Genova.

arzenal

Arzenal Genova 4° classificata.

 

revolution a

Revolution Firenze A, 3° classificata

bugsB

Bugs Bologna2, secondi arrivati.

 

bomber

Gianni, capocannoniere del torneo (Arzenal Genova)

bugsvincitori

Bugs Bolgona1, vincitori del torneo.

 

nonsolosport

I tornei di calcetto non sono solo sport.

Il 26 ottobre del 2013, seconda edizione del torneo bolognese FARE e presso la struttura del Tennis Club Siro – 31/4, v. Martelli, un torneo amichevole inserito in Fare Network, la settimana internazionale contro il razzismo. E succede quello che non era mai successo: La Revolution vince un Torneo!

1° Revolution Firenze 10 punti (vince lo scontro diretto)
2° Real Navile Zola P. (BO) 10 punti
3° Hic Sunt Leones Bologna 8 punti
4° Bugs Bologna bianchi 7 punti (vince lo scontro diretto)
5° Arzenal Genova 7 punti
6° Bugs Bologna rossi 0 punti

revolution

Revolution a bordo campo.

totale

tutti i partecipanti

Real navile

Real Navile dall’indimenticabile capitano (penultimo da sinistra)

i nostri campioni

Luca Francini premiato con Premio “Sorriso e Simpatia” e come miglior portiere del torneo e Francesco Andricciola come miglio realizzatore e miglior giocatore del torneo.

L’appuntamento successivo fu l’edizione amichevole natalizia della Superba Cup a Genova. il 15 dicembre, sotto natale, due squadre della Revolution partecipano a questo torneo, comportandosi molto bene, presentando un gioco spumeggiante e sempre competitive. La Revolution B si classifica quinta a ridosso delle prime e la Revlution B, vince con una certa sicurezza il Torneo, impreziosito dalla presenza del sindaco della città Rossi-Doria, invitato dagli amici genovesi e intervenuto sostenendo la nostra iniziativa.

Due tornei vinti consecutivamente. Una futuro radioso sembra stagliarsi all’orizzonte!

gruppo finale con superba miglior portiere miglor realizzatore miglior giocatore coppa panoramica con sindaco

dall’ alto: Klaus Husslein, Icons Milano/ Lorenzo Lombardi, Claudio Cirri, Matteo Pieragnoli Revolution A /e Daniele Stasi Revolution B)

Finale: Revolution A – Superba (Arzenal B)

Miglior Portiere: Bryan James (Revolution B)/Capocannoniere: Francesco Andricciola (Revolution A)

Miglior giocatore del torneo: Matteo Pieragnoli (Revolution A)

Claudio Cirri (Revolution A) Con la Coppa.

Foto d’insieme con il Sindaco Rossi-Doria (Arzenal Genova, Icons Milano, Revolution Firenze)

2014

Il 2014 si apre con la partecipazione alla Copa Adelante a Napoli, organizzata dai Pochos. La già ridotta formazione della Revolution, perde prima Dainelli alla prima partita e poi Cirri dolorante nelle seguenti e sostituito da un prestito per disputare l’ultima partita. Le tre sconfitte per 2 – 0 con avversari molto forti, mettono in luce l’agonismo combattivo dei superstiti, Moznich, Baggiani, Lupoli e sopratutto del portiere Luca Francini.

bat roma

i vincitori: B.A.T. Roma

copa adelante

Copa Adelante, Napoli.

 

rev-poc

Pochos Napoli – Revolution Firenze 2 – 0 (da sin, Moznich, Lupoli, Baggiani, Cirri. Francini in porta)

 

Questa decimazione di infortuni, più il permanere fuori squadra della muro difensivo Giannini, e vari forfait contingenti non permettono all’ultimo minuto alla squadra di partecipare al torneo contro l’omofobia di Trento. Arrivando ad aprile allo storico Torneo di Torino dei Gattonero, con la nuova squadra del capoluogo piemontese e la presenza di quasi tutte le realtà di squadre gay d’Italia.

La Revolution si presenta con due squadre, sbagliando clamorosamente, perché dei forfait improvvisi decimano sopratutto la Revolution 2 che arriva ottava. La Revolution 1, nonostante i problemi muscolari di Andricciola e Baggiani, arriva alla finale per il 3 e 4 posto, perduta, mollando negli ultimi minuti, sfiniti contro i Pochos Napoli.

Classifica Finale:

1. B.A.T. Roma

2. NO-MI (Milano-Novara)

3. Pochos Napoli

4. Revolution 1 Firenze

5. Bugs Bologna

6. Arzenal Genova

7. Gattonero Torino

8. Revolution 2 Firenze

revolution 2

Revolution 2 – Francesco, Bensi, Francini, Campani, Pau.

arzenal revolution

la prima partita Arzenal Genova – Revolution 1 Firenze

torino totale

Tutte le squadre: Un bel movimento.

 

 

 

 

 

Per la giornata contro l’Omofobia, viene organizzato dal Gruppo Giovani glbti* Firenze un quadrangolare Erase the Hate – Stop Omofobia disputato al campo Manlio Pacini in Via Paesiello.

erase the hate  revolution 1 erase the hate

L’appuntamento successivo è stato il torneo di Bologna – Un Calcio All’Omofobia – Bugs League.

bologna 2014  revolution A e B

21 Giugno 2014 Roma. Una Revolution con ospiti.

roma 2014 giugno revolution roma con innesti

 

A Roma per gli Italian Games 19 luglio 2014

roma italina games  revolution vanity fair

Finocchiona Cup 2014, 27 settembre.

finocchiona

Torneo di calcio a 3 Piazza Annigoni – Firenze (rappresentanza Revolution)

annigoni

Bologna, 21 ottobre Futsal For Equality. I Neri con due revolution in squadra, vincono il torneo.

Futsal For Equality

Tiber Cup – Roma 25 ottobre 2014

tiber

XXVI – FVV XMAS Turnier Fussball – Francoforte 6 dicembre 2014

francoforte  revolution francoforte

 2015

proseguono gli allenamenti nei primi mesi dell’inverno del 2015.

partitella1  partitella2

21 marzo 2015 – Napoli, Copa Adelante.

copa adelante  Revolution copa adelante

 

4 aprile 2015 TIGALY – Lione

ravolution lione  revolution action lione

 

15 maggio 2015 – II Erase the Hate – Stop Omofobia – Campo Atletica Castello, Firenze.

consegna il premio l’assessore allo Sport del Comune di Firenze, Andrea Vannucci.

erase the hate 2015 assessore REVOLUTION ERASE